Chi sono

Da ragazzina avevo tre desideri.

Insegnare, viaggiare e vivere in una grande cìttà.

A 40 anni esatti posso dire di aver visto tutti questi desideri realizzarsi.

Insegno lettere in una scuola di provincia dove imparo di vita e di scuola, ogni giorno, insieme ai miei alunni.

Appena posso viaggio nelle strade del mondo, nelle pagine dei libri e molte volte nei social.

Spesso per tornare al mare, al cielo azzurro, al cacciucco e alla street art della mia Livorno, senza rinunciare ad amici e famiglia.

Amo Milano, città che mi ha scelto e che ho scelto e nella quale vivo sempre con spirito di scoperta, come si fa con i veri amori.

Organizzo veloci we in cerca di nuovi angoli italiani, di mostre o di hotel che offrano colazioni da sogno.

Varco spesso i confini, per rapide fughe nelle capitali europee, ma anche verso l’Asia, che strega ad ogni visita e volgo lo sguardo sempre più in là.

Soprattutto adesso che ho dovuto rinunciare a certi tipi di esperienze, ma non al desiderio di metterle in pratica.

Programmo dettagliati itinerari di viaggio e con altrettanti dettagli scrivo resoconti di ciò che ho visto e soprattutto provato.

Credo nell'essenza profonda della fotografia e nel valore delle parole.

Credo che le migliori guide turistiche siano i racconti degli altri viaggiatori.

Credo che #lunedìacolazione da sfida narrativa per Instagram sia diventato qualcosa che non avrei immaginato, anche grazie, ed era inimmaginabile solamente pensarlo, alla pandemia, che mi ha permesso di metterci più cuore.

Credo, come dice Barbara A. Daniels, che “La vita è un bellissimo e interminabile viaggio alla ricerca della perfetta tazza di caffè.”