Antica e piena di misteri è la storia dei dinosauri, che da sempre affascina scienziati e curiosi di tutto il mondo; e non bisognerà di certo recarsi per forza in Costa Rica (il luogo in cui nel film sorge il parco di Jurassic Park) per conoscere o approfondire meglio la storia di questi affascinanti rettili, che popolarono la terra prima dell’uomo.

Valigia e cappello da esploratore alla mano dunque, ecco i più importanti musei per fare viaggi incredibili sulle tracce dei dinosauri in Europa e non solo.

Museo di Storia Naturale, Londra (Regno Unito)

E’ uno dei musei più belli di Londra è il Museo di Storia Naturale, di certo adatto a grandi e piccini, ed ospita una delle più grandi collezioni di dinosauri al mondo.

Per molto tempo ha dovuto la sua fama all’esposizione dello scheletro di un Diplodocus, lungo ben ventisei metri e soprannominato benevolmente “Dippy”, che per 112 anni ha accolto turisti da tutto il mondo.

Ultimamente Dippy è stato sostituito dallo scheletro di Hope: una balena blu.

Fra antichissime sequoie giganti, farfalle, bradipi estinti, coccodrilli, dinosauri, minerali e meteoriti, questo interessantissimo museo, concepito con sale a tema, laboratori di ricerca e biblioteche, vi narrerà le ere del nostro pianeta, intrattenendo e stimolando curiosità e interesse.

Jurassic Coast, Coast Dorset – East Devon (Regno Unito)

Estesa per ben 155 km, la Jurassic Coast (compresa fra Coast Dorset e East Devon) accoglie scogliere e insenature che testimoniano duecento anni di storia geologica.

Un percorso esplorativo quindi, che si articolerà fra le ere del Giurassico, del Triassico e del Cretaceo. Molto interessante la sosta al Museo dei Dinosauri di Dorchester.

Viaggi incredibili sulle tracce dei dinosauri

Museum fur Naturkunde, Berlino (Germania)

Fondato nel 1889, questo Museo di Scienze Naturali è famosissimo per l’esposizione di un Brachiosaurus: alto dodici metri e lungo ventiquattro, e per la ricostruzione di un Archaeopteryx: un uccello primitivo.

Molto interessanti le tre mostre permanenti su: nascita della terra e meccanismi di evoluzione, cosmo e sistema solare.

Curiosissimi i Giurassiscopi: dei telescopi multimediali che “riportano in vita” i dinosauri dell’era giurassica.

Tantissimi inoltre gli anfibi, i pesci e i molluschi conservati in soluzioni di acqua e alcool ed esposti in mostra.

Museu da Lourinha, Lourinha (Portogallo)

Questo museo è famoso soprattutto per l’esposizione del nido Theropod, scoperto nel 1993 sulla spiaggia Paimogo, in cui sono contenute le uova del Lourinhanosaurus, contenenti addirittura ossa embrionali.

Oltre ai fossili di dinosauri, sarà inoltre possibile ammirare resti di invertebrati, coccodrilli, pterosauri, tartarughe e mammiferi appartenenti a diverse ere geologiche, e la più grande collezione etnografica della regione occidentale del paese, con rappresentazioni di antichissimi e tradizionali mestieri.

Istituto reale belga di Scienze naturali, Bruxelles (Belgio)

Sono qui conservati i resti fossili dell’Iguanodon: un esemplare di dinosauro, scoperti nel 1878 in una miniera di carbone di Bernissart, a sud del Belgio.

Il museo è interamente dedicato all’evoluzione degli esseri viventi, vi si trovano infatti 600 fossili e 400 animali disseccati, fra cui orsi, lucertole, elefanti e alcune specie di animali estintisi milioni di anni fa.

Musée Parc de Dinosaures, Meze, (Francia)

Considerato il più grande museo di uova e ossa di dinosauro in tutta Europa, questo museo a cielo aperto sorge attorno a un sito paleontologico che venne scoperto nel 1996.

Articolato in spaziosi sentieri ombreggiati da una pineta circostante, in cui prendono posto riproduzioni di scheletri di dinosauro a grandezza naturale e correlati pannelli esplicativi, il museo è adatto a grandi e piccini.

Muséum National d’Histoire Naturelle (Francia)

A rigor di termini, il Museo Nazionale di Storia Naturale della Francia è una raccolta di 13 siti in tutto il paese e comprende luoghi storici come il Parc Zoologique de Paris e l’Arboretum de Versailles-Chèvreloup.

Il più grande di questi luoghi, annunciato da Paris Jardin des Plantes, comprende la maggior parte di ciò che rende il Muséum National d’Histoire Naturelle uno dei migliori al mondo. Le gallerie qui formano quello che tutti noi riconosceremo come un museo di storia naturale convenzionale.

Viaggi incredibili sulle tracce dei dinosauri

Elefanti, ippopotami e altri si esibiscono in una parata di tassidermia in stile Arca di Noè, che forma la navata centrale della Grande Galerie de l’Évolution. Questa magica sala del XIX secolo, con i suoi balconi, passaggi pedonali e soffitto in vetro colorato, è il gioiello della corona del museo, contenente 19 esemplari.

Ci sono anche circa 650 scheletri e fossili nella Galerie de Paléontologie et d’Anatomie Comparée tra cui narvali, coccodrilli giganti, dinosauri e un rinoceronte che un tempo era l’animale esotico di Luigi XV.

Questo è sicuramente uno dei viaggi incredibili da fare sulle tracce dei dinosauri.

E per gli appassionati di oggetti luccicanti inestimabili, la Galerie de Minéralogie et de Géologie ospita una galassia di scintillanti cristalli di dimensioni umane e misteriosi meteoriti nati nelle profondità dello spazio.

10 luoghi che vi faranno innamorare di Parigi

Museo di Storia Naturale Vienna (Austria)

Come alcuni dei zoo più antichi del mondo, molte delle prime collezioni di storia naturale d’Europa sono nate come passatempo che gonfia lo status per la gente reale. Questo è certamente vero per il Naturhistorisches Museum Vienna, che ha le sue radici in una collezione esotica acquistata nel 1750 dall’imperatore asburgico Francesco Stefano I.

I musei di Vienna sono rinomati per la loro decadenza imperiale e il suo museo di storia naturale del XIX secolo non fa eccezione. Delizia mezzo milione di visitatori ogni anno con i suoi soffitti affrescati, le grandi scalinate e le belle sculture.

A parte la grandiosità architettonica, l’assemblaggio di stupore scientifico del museo lo rende uno dei migliori musei di storia naturale d’Europa.

Famoso per la sua minuscola Venus von Willendorf, una mucca di mare di Steller di 200 anni, e la più grande e antica collezione di meteoriti del mondo, il Naturhistorisches Museum è anche un centro di ricerca di livello mondiale. Impiega oltre 60 scienziati che lavorano su una serie di progetti di ricerca interni, nazionali e internazionali.

Viaggi incredibili sulle tracce dei dinosauri in Italia

Se sognate di seguire le orme dei dinosauri senza volare oltreoceano puntate a sud di Rovereto, ai piedi del Monte Zugna, dove si trovano centinaia di orme autentiche di Vulcanodonti, Ornitischia e Ceratosauri che testimoniano il passaggio di queste mitiche creature nella Valle dell’Adige, impresse nel fango trasformato in calcare grigio: le visite sono organizzate dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto.

Viaggi incredibili sulle tracce dei dinosauri

Mentre siete in zona potete fare una visita al MUSE Museo della scienza di Trento dove è conservata la copia originale dello scheletro di un Dilophosauro, l’antenato del T-Rex, antico ben 200 milioni di anni. 

Il Friuli Venezia Giulia è uno dei siti archeologici più prolifici in Italia: nel Villaggio dei Pescatori di Duino Aurisina, in provincia di Trieste, sono stati rinvenuti fossili appartenenti ad Antonio, un Tethyshadros insularis, esposti al Museo Civico di Storia Naturale di Trieste, e Bruno, un Adrosauro lungo circa 5 metri e vecchio 70 milioni di anni.

Non solo Friuli Venezia Giulia

Lo scheletro Ciro, il primo dinosauro ritrovato in Italia, è particolare perché è l’unico al mondo in cui sono ancora visibili gli organi interni: il suo calco è conservato dal Paleolab di Pietraroja a Benevento, dove è stato rinvenuto nel 1980.

Sui Monti Prenestini, vicino a Roma, sono state rinvenute le ossa di un Titanosauro lungo 6 metri, soprannominato Tito come uno dei re di Roma: la sua ricostruzione a grandezza naturale si trova al Parco della Preistoria di Rivolta d’Adda, a Cremona. Fa compagnia a una cinquantina di dinosauri ricostruiti a grandezza naturale, tra cui un Saltriosauro, ritrovato a rivenuto vicino a Varese, parente del Tirannosauro: i fossili delle sue ossa fossili sono conservate dal Museo di Storia Naturale di Milano.

In Italia si trovano anche i fossili di due foreste preistoriche di inestimabile valore storico, che potete esplorare su appuntamento. La foresta fossile di Dunarobba, in provincia di Terni, è composta dai resti dei tronchi delle gigantesche conifere Taxodion, simili alle odierne sequoie. In Sardegna, nella provincia di Oristano, si trova la foresta pietrificata di Zuri-Soddì, famosa come la foresta fantasma, che fino a 25 milioni di anni fa era viva e vegeta.

Viaggi incredibili sulle tracce dei dinosauri

Bonus – American Museum of Natural History, New York, USA

Questo importante museo di New York ha anche fatto da sfondo nel film “Una notte al museo” ed espone una delle più grandi collezioni al mondo di fossili di dinosauro.

Affascinante lo scheletro di una madre di Barosaurus mentre difende il piccolo di allosauro che si trova all’ingresso ma poi gli appassionati del genere dovranno raggiungere il 4° piano per avventurarsi tra scheletri enormi, conformazioni ossee e dentature di questi enormi rettili preistorici.

Molto interessante anche l’area al secondo piano dedicata ai mammiferi africani, asiatici e nord americani riprodotti all’interno del loro habitat.

Le foto del post “Viaggi incredibili sulle tracce dei dinosauri” sono di un Unsplash